fbpx
  1. Home
  2. /
  3. caregiver
  4. /
  5. Bastone per anziani: come

Bastone per anziani: come gestire il rifiuto

7 Gen, 2024 | caregiver

Man mano che i nostri genitori invecchiano, noi che ce ne prendiamo cura dobbiamo avere con loro alcune conversazioni un po’ difficili benchè necessarie. Tra queste, una potrebbe essere quella relativa all’utilizzo di un bastone o un deambulatore. In questa guida ti spiego perchè per un anziano diventa difficile camminare, quali sono i risvolti emotivi di questa scelta e cosa fare per convincere il tuo caro ad utilizzare un “ausilio al movimento”.

Una situazione tipica, ad esempio, è quella di un genitore che vive ancora da solo, ma che sta avendo sempre maggiore difficoltà ad andare in giro. I suoi passi sono incerti e un po’ traballanti e si appoggia costantemente alle cose per stabilizzarsi. Ma ogni volta che provi a parlare con lui della possibilità di usare un bastone o un deambulatore per anziani, lui rifiuta categoricamente. E’ solo testardaggine o c’è di più? Proviamo a capirci qualcosa insieme.

Perché gli anziani hanno difficoltà a camminare?

Facciamo un piccolo passo indietro. Con l’età è normale che la persona perda gradualmente equilibrio e coordinazione. Inoltre ci sono tutta una serie di fattori che possono aumentare la difficoltà di movimento, come l’assunzione di alcuni farmaci, artrite e artrosi, indebolimento della muscolatura, malattie degenerative, problemi alla vista ecc.

Man mano che l’anziano inizia ad avere difficoltà a camminare, sviluppa anche la paura di cadere. Se poi gli è già capitato di incorrere in una o più cadute in passato, anche se non si è fatto male, la paura che capiti nuovamente aumenta e lo spinge all’inattività. Che, paradossalmente, è un fattore di rischio proprio per le cadute. Si crea così un circolo vizioso: sono caduto → ho paura di cadere di nuovo quindi non mi muovo → non mi muovo, la muscolatura e l’equilibrio diminuiscono → rischio di cadere.

Aggiungiamo il fisiologico impigrirsi dell’anziano, i riflessi meno pronti, le articolazioni che fanno male e otteniamo un mix che gli impedisce di svolgere attività quotidiane essenziali.

Poi, mentre in casa l’anziano può affidarsi a spazi che conosce molto bene nei quali può appoggiarsi a tavoli, sedie e muri, in strada il problema è molto più sentito perchè ci sono imprevisti e incertezze che minano la sua già precaria stabilità.

E le emozioni?

Ti invito a fare un piccolo sforzo e a vedere la situazione dal punto di vista di tua madre o di tuo padre.

Chiedi con dolcezza al tuo genitore perchè non vuole utilizzare uno strumento che lo potrebbe aiutare a muoversi meglio. E soprattutto, ascolta la risposta con il cuore, fagli comprendere che i suoi sentimenti sono importanti e che non lo consideri un incapace per il quale vanno prese le decisioni.

Prova a metterti nei suoi panni per capire quanto questa scelta possa costituire un vero e proprio trauma. Ricorrere a un bastone o a un deambulatore rappresenta la presa di coscienza del fatto che non è più la persona di un tempo. Capisci? Significa accettare (e mostrare agli altri) che il suo fisico non è più solido e stabile come una volta. Tutto questo può essere vissuto come una sconfitta o addirittura come un’umiliazione.

E così il bastone o il girello per anziani diventano il simbolo della sensazione di sentirsi un peso per la famiglia e della preoccupazione di non essere più in grado di svolgere le semplici attività quotidiane.

Aggiungi la paura di cadere e quella di non riuscire più ad alzarsi da terra e forse ti sarà più facile capire perchè tua madre o tuo padre oppongono un rifiuto così categorico all’idea di usare un bastone o un deambulatore per anziani.

Se, tuttavia, il bastone diventa una scelta improrogabile, ecco qualche suggerimento utile per convincere la persona che assisti.

Le statistiche

Prima di parlare con tua madre o tuo padre dell’uso di un bastone o di un deambulatore, cerca in rete notizie su quante persone anziane si sono ferite di recente perché sono cadute. Pensa se c’è qualche conoscente o parente che è caduto negli ultimi mesi e poi ha dovuto essere ricoverato in ospedale o collocato in una casa di cura a causa delle ferite riportate. Raccogli altre statistiche sugli infortuni legati alle cadute e sugli anziani. Mostra tutti questi dati al tuo genitore e spiegagli quanto sei preoccupata che possa accadere qualcosa di simile anche a lui.

Altre strategie utili

Se la condivisione di queste informazioni non lo convince a utilizzare un dispositivo di assistenza al movimento, prova queste altre strategie:

  • La maggior parte degli anziani che rifiutano di utilizzare un ausilio per camminare lo fanno per orgoglio e vanità. Per aggirare queste emozioni spiacevoli, fai notare al tuo anziano i suoi amici o altri membri della famiglia che ora usano un bastone o un deambulatore e si trovano bene.
  • Proponi a tuo padre o a tua madre di andare da un medico e fare un test di equilibrio con il patto che, se lo supera, non solleverai più l’argomento. Ma se fallisce il test, sentirsi dire da un medico che è necessario un supporto potrebbe essere il fattore che lo aiuta a prendere la decisione.
  • Se il problema è che il tuo anziano non vuole farsi vedere dagli altri che cammina col bastone, proponigli di provarlo per muoversi in casa. Una volta che avrà scoperto quanto è utile, probabilmente vorrà portarlo ovunque vada!
  • Dì alla mamma o al papà quanto sei orgoglioso di lei/lui perché usa un bastone o un deambulatore e chiedi anche agli altri membri della famiglia di fornire supporto e incoraggiamento.
  • Una volta che il tuo genitore si impegna a usare un bastone o un girello, personalizzalo per lui con decalcomanie colorate, strisce o altre decorazioni divertenti.
  • Quando affronti le conversazioni su questo tema, rilassati e non affrettare la discussione. Spiega con calma i motivi per cui un bastone o un deambulatore sarà di beneficio. Spiega che questo è uno strumento per aiutare tuo padre o tua madre a mantenersi indipendente e al sicuro.
  • Chiedi alla persona che assisti che cosa puoi fare tu per renderle l’idea del deambulatore o del bastone un’opzione migliore.
  • Utilizza l’ironia per aiutarlo a ridere della situazione: in questo modo, sdrammatizzi il problema e aiuti il tuo caro a considerarlo con maggiore leggerezza.
  • Se la persona amata ha qualche deficit cognitivo, questo tipo di discussioni e ragionamenti molto spesso non faranno altro che confonderla e aumentare lo stress di tutti. In questi casi è meglio non avere una discussione diretta. Posiziona semplicemente il bastone o il deambulatore accanto alla persona e ricordale di usarlo quando si alza dicendo: “Ecco il tuo bastone/deambulatore” e comportandoti come se fosse un dato di fatto che lo usi.
  • Ricordati sempre che, comunque, non puoi controllare le azioni di tua madre o di tuo padre. Concentrati su ciò che puoi controllare. Puoi condividere i tuoi pensieri con lui o lei e fare del tuo meglio per assicurarti che stia facendo una scelta informata in merito.

Infine, accetta che non sarai mai in grado di tenere completamente al sicuro tua madre o tuo padre. Tutto quello che puoi fare è ridurre i rischi il più possibile e trovare il modo migliore per gestire le tue preoccupazioni.

Riduci i rischi

A proposito di rischi, ecco anche qualche idea pratica per ridurre le probabilità di caduta della persona che ami:

  • rendi la casa più sicura eliminando i tappeti, facendo in modo che non ci siano oggetti sparsi per terra, cera sui pavimenti o zone molto buie; installa anche dei maniglioni in bagno, dei rialzi per il wc e uno sgabello nella doccia;
  • incoraggia il tuo genitore a fare esercizio regolare per sviluppare forza, equilibrio e flessibilità, magari ricorrendo all’aiuto di un fisioterapista o di un osteopata;
  • fai indossare al tuo anziano scarpe e pantofole comode, che sostengano il piede e con la suola antiscivolo. Anche in questo caso, chiedi il parere di un esperto per fare la scelta migliore;
  • fai fare al tuo caro dei controlli regolari della vista.

Nell’ipotesi peggiore, cioè che avvenga la caduta, impara cosa devi fare per aiutare il tuo caro a rialzarsi in sicurezza.

E quando lo hai convinto?

Lo scoglio è superato e tua madre o tuo padre hanno finalmente detto sì al bastone o al deambulatore. E ora? Il mio suggerimento è di fare le cose con calma. Ci sono tantissimi modelli in commercio, con caratteristiche (e costi) diverse. Andate insieme a una sanitaria e fate qualche prova. Meglio ancora, se avete un fisioterapista di riferimento, fatevi consigliare il supporto migliore e come regolarlo in altezza in modo che sia realmente utile e non diventi un intralcio.

Verificate i costi confrontando quelli della sanitaria con i prezzi online. Eventualmente, prendete anche informazioni sulla possibilità di noleggiare il bastone o il deambulatore e, se il tuo genitore ha la 104, se ci sono detrazioni o agevolazioni fiscali.

Nella scrittura di questo articolo ho cercato di valutare sinteticamente tutti i vari aspetti: se ho dimenticato qualcosa, non esitare a scrivermi per farmi le tue domande. Meglio ancora, chiedi l’accesso al mio gruppo su Facebook: si chiama OHANA ed è un vero e proprio club privè per i caregiver. Lì troverai supporto, informazioni e tante risorse per alleggerire il peso della cura. Ti aspetto lì!

Articoli correlati