fbpx
Benesserecounseling

Stress: cu fu?? ;)

By 14 Marzo 2017 No Comments

E’ ormai assodato che lo stress è il male del terzo millennio: tutti ne parlano, a lui vengono attribuite tutte le colpe, tutti spacciano rimedi di vario genere per contrastarlo. Ma sappiamo davvero cosa è e come funziona?

Cosa è lo stress?

Iniziamo dall’abc: lo stress è uno sforzo adattativo intrapreso dal nostro organismo ogni volta che si verifica un cambiamento a partire da una qualsiasi situazione. In altre parole è lo “sforzo” che fa il nostro organismo per adattarsi all’ambiente e ai suoi mutamenti.

E’ possibile valutare lo stress in base a due parametri diversi: la durata dell’evento stressante (o stressor) e la natura dell’evento stressante. Se consideriamo la durata avremo:

  1. stress acuto: quando lo stimolo si verifica una volta sola ed ha una durata limitata;
  2. stress cronico: quando la fonte di stress permane nel tempo.

Se invece consideriamo la natura dell’evento avremo:

  1. distress: quando gli stressor sono nocivi;
  2. eustress: quando gli stressor sono benefici.

Già osservando queste distinzioni ci possiamo rendere conto prima di tutto che lo stress non è negativo di per sè, poi che ciò che è stressante per me può non esserlo per un’altra persona. Quindi stress non è subire passivamente certe situazioni, come comunemente si tende a pensare, ma piuttosto è una reazione personale verso determinati eventi valutati negativamente e considerati pericolosi.

Cosa accade quando si verifica un evento stressante?

Nel caso in cui uno stimolo qualsiasi viene valutato pericoloso, si determina nell’organismo una velocissima risposta biologica, chiamata reazione di allarme, con l’attivazione di vari sistemi che preparano l’organismo a fronteggiare la situazione stressante.

Nel sistema nervoso centrale si modifica la produzione di vari neurotrasmettitori, con l’aumento di adrenalina e noradrenalina. Anche il sistema endocrino reagisce allo stressor con l’aumento del cortisolo, dell’ormone della crescita, di prolattina, e anche degli ormoni tiroidei, della glicemia e del colesterolo, mentre si abbassano gli ormoni sessuali. Nel sistema immunitario assistiamo ad una diminuzione della risposta immunitaria, con minor produzione di anticorpi; a livello somatico il cuore batte più forte, aumenta la pressione arteriosa, compaiono tremori diffusi, sudorazione, bocca secca e talvolta mal di testa.

A cose normali una reazione di stress ha tre fasi:

  • allarme: l’organismo si mobilita contro l’agente stressante, il corpo cioè si mette nella condizione di attaccare o di scappare. A livello fisiologico questa fase è caratterizzata da un accelerato battito cardiaco, dalla dilatazione delle pupille;
  •  resistenza: si attivano i meccanismi di difesa, cioè la pressione aumenta ed il sangue affluisce maggiormente verso gli organi essenziali come il cuore, i polmoni ed il fegato. Alcune zone del cervello vengono irrorate in modo minore e pertanto si ha una diminuzione della facoltà di giudizio ed infine viene sollecitato anche il sistema immunitario; 
  • rilascio: le secrezioni ormonali (serotonina, adrenalina, cortisolo ecc.) diminuiscono, il corpo torna ad uno stato di rilassamento e le funzioni organiche riprendono il ritmo normale.

I problemi per la nostra salute emergono quando rimaniamo nella condizione di allarme e di resistenza e saltiamo la fase di rilascio: questa situazione prolungata nel tempo diventa cronica ed è l’origine dei vari disturbi psicosomatici del nostro organismo che sono riassunti in questa tabella (Fonte: American Psychological Association’s “Stress in America” report, 2010):

Effetti comuni dello stress:
Sul corpo Sull’umore Sul comportamento
Mal di testa

Tensione o dolori muscolari

Dolori pettorali

Fatica

Diminuzione del desiderio sessuale

Mal di stomaco, stitichezza, colite

Difficoltà di sonno

Ansietà

Irrequietezza

Mancanza di motivazione o concentrazione

Irritabilità o rabbia

Tristezza o depressione

Mangiare troppo o troppo poco

Abuso di alcool, tabacco o droghe

Isolamento sociale

Fin qui abbiamo quindi imparato cosa è lo stress, che non è solo un fattore negativo, che cambiamenti porta nella nostra fisiologia e quali sono i principali effetti che lo stress negativo e prolungato può avere sulla nostra salute psicofisica.

Nel prossimo post ti racconterò come si può gestire lo stress e quindi ridurre gli effetti negativi che esso ha sulla nostra salute.

 

P.S.: se ti piace questo post e ti va, condividilo con i tuoi amici! 🙂

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.