fbpx
counselingCrescita personaleSenza categoria

Perchè menti a te stessa?

By 19 settembre 2018 No Comments

E’ facile capire perchè le persone mentano agli altri: per mantenere il lavoro, per evitare discussioni, per proteggere la loro reputazione o perchè pensano che gli altri staranno meglio. E’ sbagliato, ma a volte capiamo che mentire può essere l’opzione migliore tra una serie di scelte sbagliate. E quando mentiamo a noi stessi?

Siamo bravissime in questo: ci convinciamo che abbiamo davvero bisogno di quel nuovo gadget, che abbiamo fatto la scelta giusta, che va tutto bene… Anche se le prove dimostrano il contrario, ci atteniamo alle nostre convinzioni e rifiutiamo di arrenderci all’evidenza. Il più delle volte, queste bugie sono dannose per il nostro benessere e ci portano ad autosabotarci. Ma perchè ci mentiamo?

1. Vogliamo avere ragione

Qualunque cosa facciamo, vogliamo che le nostre azioni, atteggiamenti e convinzioni si allineino insieme. Quindi eseguire un’azione che va contro le tue convenzioni ti fa sentire a disagio.

Questa situazione è il risultato della dissonanza cognitiva che accade, appunto, quando i tuoi pensieri e le tue convinzioni non riescono ad allinearsi con quello che fai. Per liberarci di questa dissonanza possiamo o giustificare le nostre azioni o cambiare le nostre convinzioni per adattarle a ciò che abbiamo fatto.

Ad esempio, se stai male per aver fatto commenti sprezzanti su di una persona, puoi giustificarti dicendoti che, se lo fanno anche gli altri, vuol dire che è tutto a posto.

La domanda è: qual è il prezzo che paghiamo per avere ragione? Vale la pena rinunciare all’opportunità di migliorare noi stesse pur di ridurre quella spiacevole sensazione di dissonanza?

2. Vogliamo evitare il cambiamento

Se qualcuno è in una relazione tossica, la soluzione è chiara: vattene! Ma per la persona in questa situazione la cosa non è così ovvia. Gli amici le indicheranno i motivi di allarme e lei rifiuterà di crederci.

Il potere della negazione è così forte che ci aggrappiamo a false credenze anche se le prove contro di esse sono schiaccianti. Lo facciamo in parte a causa della nostra paura del cambiamento. Tratteniamo le cose vecchie e rifiutiamo di lasciar andare, impedendo così l’ingresso di nuove idee, persone e opportunità.

C’è un’altra cosa: quando abbiamo investito così tanto tempo ed energia perchè qualcosa funzioni, diventa più difficile accettare che stiamo meglio da un’altra parte e andare avanti.

Ad esempio siamo bloccate in un lavoro che non ci piace con la falsa speranza che le cose cambieranno da sole e nel frattempo ci consoliamo raccontandoci che: “Il capo mi dice che faccio un buon lavoro”. E invece di cercare una nuova posizione lavorativa, restiamo dove siamo.

3. Siamo abitudinarie

In molte situazioni sembra più facile mantenere la condizione in cui siamo che confrontarsi con qualcuno, riflettere su come ci comportiamo o indagare su aspetti poco chiari. Desideriamo continuare a seguire lo stesso percorso e mantenere le stesse abitudini anche se per fare questo inganniamo noi stesse. Non a caso si chiama comfort zone il nostro piccolo orticello fatto di abitudini e routine e sicurezze!

Come possiamo andare oltre questi punti? Ascoltandoci.

Se ti sembra che il tuo comportamento non sia allineato con chi vuoi essere, fermati un attimo e rifletti. Perchè ti senti così? Qual è la causa del tuo comportamento? Le giustificazioni che ti dai sono reali o nascondono le tue vere ragioni?

Tante volte abbiamo paura di sbagliare perchè ci sembra un fallimento, ma i nostri errori ci servono per imparare e per migliorare e avvicinarci sempre di più al tipo di persona che vogliamo diventare.

Un’ultima cosa: a volte preferiamo nascondere la testa nella sabbia e rimanere immobili piuttosto che rischiare e ottenere quello che vogliamo davvero. Ti sembra un controsenso? Eppure noi donne in special modo, spesso abbiamo paura del successo, di fare carriera, di raggiungere gli obiettivi importanti. Ci chiediamo cosa accadrebbe dopo, pensiamo di non meritarcelo, di non averne diritto. E allora ci raccontiamo storie o crediamo a quelle che ci raccontano le persone che ci vogliono tenere dove siamo adesso.

Perchè, ricordati, se cambi tu, obblighi a cambiare anche chi ti vive accanto e questo a volte è quello che ci fa più paura!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.